La chiave di accesso alle dinamiche energetiche che possono trasformare l'essere umano ed espandere le sue potenzialità è costituita da una serie di pratiche definite "Hatha Yoga". 

L'etimologia del termine si presta a una dupplice interpretazione: da un lato Hatha Yoga significa “violento, forzato”; dall'altro è la fusione di “Ha, il Sole" e “Tha, la Luna", che in ambito psicofisico rappresentano le polarità proprie dell'individuo che si sforza di unificare.

...continua a leggere...

Il metodo del Vinyasa Ashtanga Yoga è cosi chamato per distinguerlo dall'Ashtanga Yoga di Patanjali (lo Yoga dalle otto membra) che troviamo descritto nel testo degli Yoga Sutra (400 a.C - 200 d.C). Il testo di riferimento antico per il Vinyasa Yoga è lo Yoga Korunta, attribuito al saggio Vamana Rishi.

Letteralmente "Vinyasa” significa sincronizzazione del respiro con il movimento del corpo. 

 

                                                                        ...continua a leggere...

Gli incontri di meditazione hanno il fine di sperimentare alcune tecniche per coltivare la PRESENZA MENTALE.
L'obiettivo è quello di diventare più svegli a ciò che accade durante la pratica, di imparare a conoscere la natura delle emozioni, delle sensazioni e dei pensieri.

 

...continua a leggere...

Diverse possono essere le motivazioni che spingono il praticante a scegliere questa formula: necessità fisiche particolari, desiderio di approfondire la pratica, desiderio di personalizzare e adattare le tecniche alle esigenze specifiche, tenendo dunque in considerazione eventuali limiti fisici o al contrario grandi libertà.

 

...continua a leggere...

Orari settimanali

orari2valido.png