TRADIZIONI E DINTORNI CON I LIBRI

Questa nuova sezione è  dedicata  a chi ama leggere, ai lettori onnivori.

I lettori onnivori sono una sorta di araba fenice, una creatura fantastica, venerata e irraggiungibile.

Il lettore onnivoro divora con identico appetito libri di avventura, pamphlet, saggi, thriller, gialli, bibliografie e altro nel tentativo di placare la sua insaziabile fame di lettura.

Ma esiste davvero tale creatura?

Cari lettori, l'appetito è sollecitato offrendovi un ricco antipasto... tanto per cominciare. Buona lettura, Silvia

 

leggi abstract

 "Baciarsi"   -  Aut. Elisabetta Moro  - Marino Niola - ed. EINAUDI, 2021    [(1)]

Elisabetta Moro e Marino Niola propongono una messa a fuoco del bacio, significante corporeo i cui significati variano con tempi e culture. Dalla preistoria del bacio alla sua trasformazione in manifestazione culturale, in espressione di sentimenti ed emozioni che ne diversifica forme e significati, grammatica e lessico, indagati per mostrare come a quello schiocco di labbra che noi definiamo con una sola parola in altri contesti corrisponde uno spettro somatico e semantico estremamente ampio. Il bacio possiede anche significati politici e sociali, reazionari o rivoluzionari, inclusivi sull'oggi  e sulla paura del bacio come simbolo dell'endiadi contatto-contagio costitutiva dell'ambiguità umana. 

  • Elisabetta Moro è professore ordinario di Antropologia culturale all'Università di Napoli

  • Marino Niola è professore ordinario di Antropologia dei simboli all'Università di Napoli  

                                          _____________

"Breve trattato sulla decrescita serena"  -  Aut. Serge Latouche  -  ed. Bollati Boringhieri, 2009

La decrescita non è negativa. Sarebbe meglio parlare di "acrescita" così come si parla di ateismo. 

D'altra parte, si tratta proprio dell'abbandono di una fede o di una religione (quella dell'economia, del progresso  e dello sviluppo).

Se è ormai riconosciuto che il perseguimento indefinito della crescita è incompatibile con un pianeta finito, le conseguenze (produrre meno e consumare meno) sono invece ben lungi dall'essere accettate. Ma se non vi sarà un'inversione di rotta, ci attende una catastrofe ecologica e umana. Siamo ancora in tempo per immaginare, serenamente, un sistema basato su un'altra logica: quella di una "società" di decrescita.       Serge  Latouche

Serge Latouche, professore emerito di scienze economiche all'Università di Paris Sud è specialista dei rapporti economici e culturali Nord-Sud e dell'epistemologia delle scienze sociali.

                                          _____________

 "Il silenzio è cosa viva" -  L'arte della meditazione - 

Aut. Chandra Livia Candiani - ed. Einaudi 2018  

Nel mondo di Chandra, dove la parola è anche immagine e poesia, meditare è anzitutto stare fermi: sedersi e seguire umilmente e con pazienza il respiro, accoglierlo in silenzio, conoscere ma senza pensare. Meditare è seguire i movimenti della nostra mente smettendo di affaccendarci in azioni, pensieri, preoccupazioni per il futuro, ricordarsi del passato. Meditare non è fare il vuoto intorno a noi. Anzi: è non separare i mondi, non dividere quel che consideriamo spirituale da quel che riteniamo ordinario. E i gesti quotidiani di cucinare, lavare i piatti, telefonare,pulire, leggere possono diventare forme di preghiera. E' insomma stare dentro noi stessi, dentro tutto ciò che siamo in uel momento, consapevolmente. Spesso si pensa che la soluzione al dolore e all'ansia sia altrove,ma è nel dolore la soluzione del dolore (e nell'ansia la soluzione dell'ansia). Sentendolo, abitandolo,assaporandolo, non è più un estraneo, ma a poco a poco un ospite scomodo, irruente, tempestoso e infine un pezzo di noi.

Chandra Livia Candiani è traduttrice di testi buddhisti.

                                          _____________

 

 

"Il libro rosso - Liber Novus - Aut. C.G. Jung -  ed. Bollati Boringhieri, 2009

Edizione studio

                                          _____________

 

"Dhammapada - Il libro più amato del canone buddhista" - Traduzione e presentazione di Shantena (Augusto Sabbadini) - Demetra, 1995

"Cosa ho udito": questa locuzione che ritorna spesso nel "Dhammapada" cala il messaggio illuminato di Buddha nella finitezza e nell'imperfezione umana, proponendone una testimonianza scrupolosamente fedele, ma limitata a ciò che la mente è in grado di ricevere e di capire.

                                         _____________ 

 

 

 

"lo Yoga della nutrizione" Aut. Omraam Mihael Aivanhov 

 

                                          _____________

"Il gabbiano Jonathan Livingston" - Aut Richard Bach  - ed. BUR, 2015

Abstract: Jonathan Livingston è un gabbiano che abbandona la massa dei comuni gabbiani per i quali volare non è che un semplice e goffo mezzo per procurarsi il cibo e impara a seguire il volo come atto di perizia e intelligenza, fonte di perfezione e di gioia. Diventa così un simbolo, la guida ideale di chi ha la forza di ubbidire alla propria legge interiore, di chi prova un piacere particolare nel far bene le cose a cui si identifica. E con Jonathan il lettore viene trascinato in un'entusiasmante avventura di volo, di aria pura, di libertà. 

                                          _____________

"Il piccolo principe" - Aut. Antoine de Saint-Exupery –  ed. Bompiani, 1989

Abstract: Un aviatore è costretto da un'avaria ad atterrare in pieno deserto un aviatore è costretto da un'avaria ad atterrare in pieno deserto: sabbia, solitudine e, sopra il suo capo, le stelle.... Ma, ad un tratto, una voce: “mi disegni per favore, una pecora?” Da dove viene? Chi parla? Cosa significa quella strana domanda? E' un minuscolo ragazzo, il Piccolo Principe, che vaga per gli spazi; il più meraviglioso, impensato e seducente compagno. Il Piccolo Principe è un capolavoro della letteratura infantile, che come i suoi grandi predecessori, da Peter Pan a Pinocchio, dai racconti di Perrault e di Andersen ad Alice nel Paese delle meraviglie si rivolge ai piccoli e ai grandi, a “tutti i grandi che sono stati bambini ma non se lo ricordano più” come dichiara esplicitamente la dedica di Antoine de Saint-Exupery, eroe dell'aviazione francese che scrisse questa favola irresistibile a quarantadue anni, quando era reputato troppo vecchio per volare. Poi riuscì a tornare a volare e scomparve in una missione di guerra. Scomparve letteralmente, non si trovarono tracce di lui, dissolto come un autentico personaggio da favola. 

                                               _____________

"Le tre piume"  - Aut. Fratelli Grimm - ed. EL, 2011

Abstract: C'era una volta un re che aveva due figli spavaldi e presuntuosi, mentre il terzo era un tipo di poche parole. Tre fratelli. Lo chiamavano Sempliciotto perché lo ritenevano uno sciocco. Quando diventò vecchio, il re decise che era ora di scegliere quale dei suoi figli dovesse succedergli dopo la sua morte. ….

                                                  _____________

 

Un minuto di saggezza nelle grandi religioni” - Aut. Anthony de Mello – ed. Paoline, 1985, Lonavla, India

Abstract: Esiste qualcosa come un minuto di saggezza? “Certamente” rispose il maestro. “Ma un minuto è di certo troppo corto” - “E' cinquantanove secondi troppo lungo”. Ai discepoli sconcertati il maestro disse: “Quanto tempo ci vuole per scorgere la luna?” “E allora perché tutti questi anni di sforzi spirituali? - “Per aprire gli occhi ci può volere tutta la vita. Vedere accade in un lampo”.

                                               _____________

La profezia della curandera"  - AutHerman Huarache Mamani – ed. PIEMME, 2004

Interno di copertina: Kantu è giovane, bella, piena di interessi e di entusiasmo. Vive a Cuzco, una citt del Perù e trascorre le sue giornate tra lo studio, gli amici, le feste. Non conosce nulla delle antiche tadizioni andine, della scienza della Pachamama, degli insegnamenti dei curanderos. Non la interessano.

Un giorno, un evento inatteso sconvolge il suo universo, costringendola a confrontarsi con una realtà a lei incomprensibile. Disposta a tutto pur pur di conquistare l'uomo che ama, Kantu intraprende un cammino difficile, ma affascinante che la porterà a riscoprire la straordinaria energia che è in lei. La sua storia, una storia vera, fatta di amori e delusioni, di fatiche quotidiane e di grandi sogni, ci apre il cuore. Ci dimostra che è possibile trovare in se stessi la forza, il coraggio, la volontà per cambiare il proprio destino, facendo di ogni dolore, di ogni solitudine, di ogni tristezza, un mondo di gioia, d'amicizia e di pienezza. Ci insegna che occorre spezzare le gabbie che ci circondano per poter tornare a volare e ritrovare l'armonia perduta.

                                          _____________

Sono ancora vivo" -  Aut. Roberto Saviano - ed.  Bao Publishing, 2021 – Illustratore Asaf Hanuka

Abstract: Con semplicità e disincanto, attraverso brevi capitoli di una intensità lucida e allucinante,  E Roberto Saviano sceneggia per la prima volta un libro a fumetti e ne affida i disegni ad Asaf Hanuka per raccontare uno degli aspetti più difficili della propria esistenza: la protezione costante che gli permette di restare in vita. Dipanandosi come un dialogo tra lo scrittore e il disegnatore, il libro racconta con candore un lato inedito del giornalista e scrittore, regalandoci la sua opera a oggi più personale.

                                          _____________

“Le fiabe interpretate” Aut.  Marie-Louise von Franz – ed. Boringhieri, 1988

Quarta di copertina: “Ha scritto Jung che le fiabe consentono di studiare meglio l'anatomia comparata della psiche: esse sono infatti l'espressione più pura dei processi psichici dell'inconscio collettivo, e rappresentano gli archetipi in forma semplice e concisa. MarieLouise von Franz illustra in questo volume l'approccio della psicologia analitica nel tentativo di rendere accessibili all'uomo moderno le esperienze di vita che sono nelle fiabe. Per esemplificare la sua proposta di lettura, la von Franz studia inizialmente un testo dei Grimm, LE TRE PIUME, il cui motivo dominante sta nel difficile riconoscimento dell'elemento femminile, per poi passare ad altre fiabe di vari paesi in cui si ritrovano temi, che trasposti nelle categorie junghiane, rivelano la loro ricchezza e consentono riferimenti illuminanti. In queste pagine lo stesso simbolismo degli animali, degli oggetti, dei gesti e dei numeri trova non una spiegazione meccanica, ma una carica di significati capaci di parlare alla nostra sensibilità.

                                           _____________

Questo immenso non sapere: conversazioni con alberi, animali e il cuore umano” - Aut. Livia Chandra Candiani – ed. Einaudi, 2021

Abstract: Una buona pratica preliminare di qualunque altra, è la pratica della meraviglia. Esercitarsi a non sapere e a meravigliarsi. Guardarsi attorno e lasciar andare il concetto di albero, strada, casa, mare, e guardare con sguardo che ignora il risaputo. Esercitare la meraviglia cura il cuore malato che ha potuto esercitare solo la paura. Questo è un libro disordinato. E l'autrice ha scelto di lasciarlo così. “Perché ogni disordine ha un suo ordine interno e misterioso. Forse è l'andatura della mente, forse quella del ricordo, forse è l'intenzione di di essere volatile o l'aspirazione alla semplicità, in ogni caso è qualcosa di sfuggente che non vuole essere imbrigliato in un piano: come un animale o come un albero nella foresta, non addomesticati, inutili, nel senso che non si curano di avere uno scopo, sono in vita e gli basta. Il disordine è questo essere così come si è, seguendo un filo logico di stare al mondo”. Ognuno di noi nel momento in cui accetta di non sapere si apre alla meraviglia e alla infinita sperimentazione in un inesorabile avvicinamento al mondo animale e vegetale.

                                  

                                                    _____________

 

"L'utilità dell'inutile" - Manifesto - Aut. Nuccio Ordine - ed. Bompiani, 2020

Abstract: Dopo aver entusiasmato tantissimi lettori in diversi paesi, aver calcolato le scene teatrali in Francia e aver ispirato musicisti e numerosi artisti, il longseller di Nuccio Ordine sul valore necessario dei saperi considerati “inutili” ritorna in libreria con una nuova veste grafica che rinnova la collana di cui era stato apripista ideale nel 2013,

Questo saggio brillante e originale dimostra che non è vero – neanche in tempo di crisi e di pandemia – che è utile solo ciò che produce profitto. Attraverso le riflessioni di grandi filosofi (Platone, Aristotele, Zhuang-zi, Pico della Mirandola, ant, ecc...) e di grandi scrittori (Ovidio, Dante, Petrarca, Boccaccio, Alberti, Ariosto, Moro, Shakespeare, ecc...), Ordine mostra come l'ossessione di possesso e il culto dell'utilità finiscano per inaridire lo spirito, mettendo in pericolo non solo le scuole e le università, l'arte e la creatività, ma anche i valori fondamentali come la dignitas hominis, l'amore e la verità.

Abraham Flexner – nel suo affascinante saggio tradotto per la prima volta in italiano – ricorda che pure le scienze ci insegnano l'utilità dell'inutile. Eliminando la gratuità e l'inutile difficilmente l'Homo sapiens potrà rendere più umana l'umanità.

                                            _____________  

"Pioveranno uccelli"  - Aut. Jocelyne SAUCIER - ed. Iperborea, 2021

Abstract: Una sorprendente meditazione sulla libertà, sulla vecchiaia e sull'autodeterminazione, un romanzo in cui l'emozione, cruda e vivace scaturisce da ogni pagina.

Tre ottantenni che amano la libertà hanno scelto di vivere gli ultimi anni a modo loro, quasi senza contatti con la società, ciascuno nella propria capanna di legno nel folto della foresta canadese dell'Ontario settentrionale... … …

"Libertà vigilata"  - Aut. Elena LOEWENTHAL  -  ed. La Nave di Teseo, 2021 

Abstract: Le parole che usiamo ogni giorno, i gesti che compiamo, i commenti con cui accompagniamo i nostri pensieri, ci rappresentano molto più di quanto crediamo. Questo libro è un invito a sceglierli con cura, a partire da uno dei temi più dibattuti del nostro tempo, la discriminazione di genere. Se infatti la saggezza antica, a partire dalla Bibbia, ha dato al linguaggio gli strumenti per raccontare le sfumature della realtà, l'uso distratto di oggi è al contrario una corsa alla semplificazione, di cui a fare le spese sono spesso le donne, designate con formule sminuenti o imprecise, costrette a lottare anche sul piano linguistico per ottenere quello che agli uomini sembra spettare di diritto.

Elena Loewenthal racconta il grande inganno di una battaglia che guarda all'uguaglianza invece di rivendicare la complessità e la differenza. Un fronte che litiga sulle desinenze o gli stereotipi culturali, mentre il femminile viene offeso ovunque: all'anagrafe, nei posti di lavoro, sui giornali e nel web. Una riflessione sulle conseguenze delle parole, per conoscerne la storia e il potere, e partecipare in prima persona a fare la differenza. Una sorprendente meditazione sulla libertà, sulla vecchiaia e sull'autodeterminazione.

"L'ombra e la Grazia"  - Aut. Simone WEIL -  ed. RUSCONI,, 1996 

Abstract: L'ombra e la grazia è una raccolta di pensieri, aforismi, sentenze e meditazioni che Simone Weil definì investigazioni spirituali. Il libro nasce come scelta dalle pagine del diario intimo che l'autrice tenne tra il 1940 e il 1942. Vive, in ogni suo pensiero, un profondo senso universale illuminato da una luce che trae origine dall'eternità, dall'assoluto, dalla certezza che soltanto l'amore sovrannaturale sia libero, lecito e naturale. In Simone Weil, la giovane ebrea che insegnava filosofia, la fede cristiana fu una tentazione perenne, ma anche lacerazione interiore, ansia protesa verso una verità superiore raggiungibile soltanto con la rinuncia, il distacco, il sacrificio.

"I Quattro Maestri"  -  Aut. Vito MANCUSO - ed. GARZANTI, 2020

Abstract: «I quattro maestri nel loro insieme prefigurano un itinerario. La meta è il maestro più importante: il maestro interiore, il quinto maestro.» Socrate, l'educatore. Buddha, il medico. Confucio, il politico. Gesù, il profeta. Risalendo alle antiche tradizioni spirituali e filosofiche dell'umanità, Vito Mancuso individua nel pensiero di queste quattro figure gli insegnamenti ancora validi e preziosi per noi, uomini e donne di oggi. La loro parola diventa così una guida decisiva per percorrere con maggiore consapevolezza gli impervi sentieri della nostra esistenza, convivere con il caos che ogni giorno sperimentiamo, e tracciare una strada nuova verso l'autentica pace interiore. Perché interrogando questi quattro grandi con sapienza e curiosità, e avvicinando a noi il loro profondo messaggio, saremo in grado di risvegliare il maestro da cui non possiamo prescindere: la nostra coscienza, il quinto maestro. Per diventare così consapevoli che la forza per definire le nostre vite è dentro di noi, e che possiamo essere noi stessi i creatori della nostra felicità.

"Il Destino come scelta"  -  Aut. Thorwald DETHLEFSEN - ed. MEDITERRANEE, 1997 

Abstract: Thowald Dethlefsen dà una risposta nuova alle antichissime domande che da sempre l'uomo si pone sul significato della vita e del destino. E questa risposta si basa su antiche dottrine segrete, sulle quali egli ha costruito la sua psicologia esoterica. Le conoscenze nascoste riguardanti il compito e il destino ultimo dell'uomo possono cambiare totalmente la nostra vita. Nel quadro della scienza moderna non c'è però posto per le dottrine segrete e l'occultismo. Sebbene la scienza abbia preso le mosse dagli insegnamenti segreti (l'alchimia ha dato origine alla chimica e l'astrologia all'astronomia) gli odierni scienziati dedicano al massimo un po' di attenzione ai fenomeni paranormali tentando di interpretarli in termini scientifici: tutto ciò che resta al di fuori delle leggi scientifiche non viene in alcun modo considerato. In quest'opera provocatoria nei confronti della moderna scienza, Dethlefsen fornisce, sulla base delle antiche dottrine segrete, un'immagine esoterica del mondo. La sua psicologia esoterica nella quale egli introduce gradualmente il lettore, consente a tutti di capire meglio la propria vita e specialmente di vedere il significato della malattia e della morte. L'autore esamina anche i problemi di base dell'astrologia, dell'omeopatia e della reincarnazione ed afferma che confrontandosi con queste antiche e basilari conoscenze, l'uomo moderno potrà prendere in mano responsabilmente e consapevolmente le redini del proprio destino. 

"I'intestino felice"   -  Aut. Giulia ENDERS -  ed. MARSILIO, 2019 

Abstract: L'intestino è un organo pieno di sensibilità, responsabilità e volontà di rendersi utile. Se lo trattiamo bene, lui ci ringrazia. E ci fa del bene: l'intestino allena due terzi del nostro sistema immunitario. Dal cibo ricava energia per consentire al nostro corpo di vivere. E possiede il sistema nervoso più esteso dopo quello del cervello. Le allergie, così come il peso e persino il mondo emotivo di ognuno di noi, sono intimamente collegati alla pancia. In questo libro, la giovane scienziata Giulia Enders ci spiega con un linguaggio accessibile, spiritoso e piacevole, unito ai disegni esplicativi della sorella Jill, quel che ha da offrirci la ricerca medica e come ci può aiutare a migliorare la nostra vita quotidiana.L'intestino felice è un viaggio istruttivo e divertente attraverso il sistema digestivo. Scopriremo perché ingrassiamo, perché ci vengono le allergie e perché siamo tutti sempre più colpiti da intolleranze alimentari.  

 

"Serendipità"  -  Aut. TELMO PIEVANI -  ed. RAFFAELLO CORTINA EDITORE, 2021  

Abstract: Quante volte ci è capitato di cercare qualcosa e trovare tutt'altro? Una compagna, un compagno, un lavoro, un oggetto. Agli scienziati succede spesso: progettano un esperimento e scoprono l'inatteso, che di solito si rivela assai importante. Questo affascinante fenomeno si chiama serendipità, dal nome della mitica Serendippo da cui, secondo una favola persiana, tre principi partirono all'esplorazione del mondo.Nella storia della scienza molte grandi scoperte sono avvenute così. Qui però non troverete la solita lista di aneddoti, dalla penicillina ai raggi X, da Cristoforo Colombo al forno a microonde. Le più sorprendenti storie di serendipità svelano infatti aspetti profondi della logica della scoperta scientifica. Non è solo fortuna: la serendipità nasce da un intreccio di astuzia e curiosità, di sagacia, immaginazione e accidenti colti al volo. La serendipità, soprattutto, ci svela che non sapevamo di non sapere.Dopo i successi di Imperfezione e Finitudine, Telmo Pievani ci accompagna nell'avvincente storia di un'idea. Da Zadig a Sherlock Holmes, i tanti eroi della serendipità ci insegnano che la natura, là fuori, è sempre più grande delle nostre conoscenze. 

"Davanti al dolore degli altri"  -  Aut. SUSAN SONTAG -  ed. saggi/figure nottetempo, 2021

Abstract: Non veniamo totalmente trasformati, possiamo distogliere lo sguardo, voltare pagina, cambiare canale, ma questo non vanifica il valore etico delle immagini da cui siamo assaliti. Non spetta a una fotografia il compito di rimediare alla nostra ignoranza della storia e delle cause della sofferenza che essa individua e inquadra. Tali immagini non possono che essere un invito a prestare attenzione, a riflettere. Chi ha provocato ciò che l'immagine mostra? Chi ne è responsabile? Si sarebbe potuto evitare? Abbiamo finora accettato uno stato delle cose che andrebbe invece messo in discussione? Sono ueste le domande da porsi"

"La grande cecità - Il cambiamento climatico e l'impensabile"  -  Aut. AMITAV GHOSH -  ed. Neri Pozza, 2017

Abstract: Che un'intera area sotto il livello del mare come Sundarban possa essere letteralmente cancellata dalla faccia della terra, non è cosa da poco. Mostra che l'impatto accellerato del surriscaldamento globale è giunto ormai a minacciare l'esistenza stessa di numerose zone costiere della terra.... Come reagisce la cultura e, in modo particolare la letteratura dinnanzi a questo stato di cose?...

 

 

 

"Metamorfosi"  -   Aut. EMANUELE COCCIA -  ed. EINAUDI, 2022 

Abstract: "La vita non è che un'unità cosmica che stringe la materia della Terra in un'intimità carnale. Siamo tutti carne della stessa carne, indifferentemente dalla specie cui apparteniamo". Un saggio dirompente, che ribalta in modo radicale la nostra idea di cambiamento. Tutto è metamorfosi e di questo facciamo esperienza fin dalla nascita, perché nascere significa ereditare una vita che ha già vissuto - il suo Dna, il suo respiro, la sua carne, i suoi atomi - e sforzarsi di darle un altro volto. È ciò che accade a tutte le specie attraverso l'evoluzione: ciascuna è la metamorfosi di una forma che ha già vissuto e che si prolunga nella diversità dell'altra. Questa continuità lega tutti i viventi tra di loro e con la Terra, l'immenso bruco da cui si liberano, a ogni istante, le farfalle delle specie. Filosofo italiano tra i piú noti e stimati a livello internazionale, Emanuele Coccia ha fatto di questo libro brillante e originale, tradotto già in diverse lingue, la metamorfosi dei saperi piú diversi: dalla zoologia alla filosofia, dalla biologia alla linguistica, dalla botanica alla letteratura. Ne risulta una visione in cui l'essere umano stesso è uno zoo ambulante, frutto ed espressione di una forma di vita piú vasta e interconnessa. "Il materiale che Emanuele Coccia usa viene da antropologi, psicologi, sociologi, teologi. E questa forma di arroganza intellettuale, io la ammiro" (Alessandro Baricco). "Emanuele Coccia definisce una nuova relazione tra umanità e natura. Un'indagine affascinante e necessaria, che ci apre gli occhi sul mondo intorno a noi" (Peter Wohlleben).

 

libro decrescita serena.jpg
Il silenzio è cosa viva libro_edited.jpg
libro rosso Jung.jpg
leggi abstract
descrizione Lo yoga della nutrizione.jpg
il gabbiano JL.jpg
le tre piume.jpg
Anthony de Mello.jpg
la curandera.jpg
sono ancora vivo.jpg
MarieLouise Von Franz.jpg
Livia Candian.jpg
 
L'utilit dell'inutile.jpg
pioveranno uccelli.jpeg
libertà vigilata.jpg
ombra e la grazia.jpg
vito mancuso.png
il destino.jpg
intstino felice.jpg
serendipità.jpg
davanti al dolore degli altri.jpg
la grande cecità.jpg
la grande cecità.jpg